XVI Congresso Nazionale Cipomo: L’Oncologia che verrà


A Cosenza l’incontro tra i Primari di Oncologia Medica italiani

Il prossimo congresso nazionale Cipomo è alle porte. Cosenza, tra il 17 e il 19 maggio prossimi, ospiterà i Primari di Oncologia Medica al loro convegno annuale. Nonostante la crisi economica che grava sul Paese e le conseguenti difficoltà a organizzare eventi di portata nazionale, i soci Cipomo avranno la possibilità di incontrarsi e confrontarsi anche quest’anno. La località scelta è nell’estremo sud della penisola, Cosenza, un’occasione per sottolineare la valenza nazionale del Collegio e la sua presenza capillare su tutto il territorio italiano. Presidente del Congresso è il dott. Salvatore Palazzo, a cui va il merito di aver vinto una “mission impossible”, visti i tempi difficili. Presidente di Cipomo è, invece, il dott. Roberto Labianca, al suo primo mandato come responsabile dei Primari di Oncologia Medica italiani.
Una nuova era si apre per l’oncologia: appropriatezza, sobrietà e sostenibilità sono le parole d’ordine che la contraddistinguono, come emerge dalla presentazione del Congresso. Gli oncologi italiani stanno cambiando paradigma, e si profila anche per il Cipomo un “green model”, un ripensamento delle cure oncologiche con la massima attenzione per l’impatto ambientale. Non è solo un aumento della sensibilità ecologista al pari con i tempi, non è un cambiamento di facciata, ma una presa di coscienza da parte dei medici che patologie neoplastiche e inquinanti ambientali vanno di pari passo. Tanto che lo stesso congresso vuole certificarsi a Impatto Zero, calcolando il proprio impatto ambientale, riducendo le emissioni e compensandole con la creazione e la tutela di nuove aree boschive nel Costa Rica.
Il Congresso di Cipomo non è, però, solo Sostenibilità e “green oncology”, argomenti della prima giornata dei lavori. Altri contenuti vengono ad arricchire il panorama culturale dell’incontro. Si va per parole simbolo: venerdì 18 maggio è il momento delle “Medical Humanities”, discipline umanistiche da inserire nella medicina tecnologica, e dell’Etica; sabato 19 maggio, invece, è quello dell’Innovazione e del Progresso.

Milano, 16 maggio 2012