Relazione incontro CIPOMO e AIOM con AIFA

Carissimi,
venerdì 8 marzo CIPOMO e AIOM hanno incontrato alcuni rappresentanti dell’AIFA. Come vi abbiamo annunciato quello stesso giorno, il clima è stato franco e caratterizzato da disponibilità al dialogo.

Ci è stato riferito che AIFA ha iniziato un progetto di totale rinnovamento dei registri, in precedenza gestiti dal CINECA (esterno all’AIFA).
Il passaggio al nuovo sistema, previsto per gennaio 2013, è stato più complesso del previsto e non ha funzionato. E’ stato quindi necessario “tamponare” l’emergenza organizzando un archivio temporaneo cartaceo, con tutte le conseguenze che gli oncologi medici italiani hanno subìto.
Tutti noi abbiamo stigmatizzato la mancanza di un’adeguata comunicazione sull’argomento e ricordato i pesanti disagi riversati sugli oncologi medici, già subissati da troppi compiti amministrativi.

Ci è stato garantito che:

1. I dati inseriti a mano su schede cartacee saranno inseriti nel registro infor-matico direttamente da AIFA.
2. Entro la fine di aprile 2013 saranno recuperati e resi visibili i dati inseriti nei registri dell’anno scorso.
3. L’accesso ai registri sarà organizzato per centro e non per singolo medico.
4. Ogni centro dovrà definire gli utenti (compresi i farmacisti) che potranno accedere alla propria area.
5. Sarà possibile avere informazioni di outcome, utili per tutti.
6. Condivideremo un calendario d’incontri periodici con AIFA, affinché venga sempre ascoltata la voce degli oncologi medici.

A questo punto, anche dopo ampia discussione nel nostro Direttivo del 13 marzo scorso, riteniamo opportuno non assumere posizioni di contrapposizione netta. Pensiamo, invece, sia più utile accogliere la disponibilità dimostrataci, sollecitando frequenti incontri di verifica di come proseguono le cose.

Ci sentiamo intanto di suggerire alcuni comportamenti pratici per questa fase di transizione:

1. Organizzare fin da subito l’accesso ai registri per centro e non per singolo medico.
2. Realizzare immediatamente la collaborazione con il proprio farmacista per condividere già ora la dispensazione dei farmaci.
3. Non inserire nuovamente i dati già inseriti nel registro dell’anno scorso o nelle schede cartacee: il loro reinserimento sarà a cura di AIFA entro la fine di aprile.

Nei nostri prossimi incontri con AIFA li solleciteremo per avere ulteriori dettagli su come procedono le cose e vi aggiorneremo tempestivamente.

A breve invieremo una lettera al dr. Pani per tenere alto il livello di attenzione dell’Ente Regolatorio sull’intera questione.

Saluti a tutti.

Biella, 19/3/2013