Pubblicato il libro “Il nostro comunicare, esperienze col paziente oncologico”


Riflessioni sulle relazioni interpersonali con i malati di tumore nella realtà clinica quotidiana

Scritto da Alberto Scanni e Alessandro Bertolini, il libro uscito di recente per la casa editrice Sidera (http://www.sideraweb.com/shop/ ) si rivolge a un vasto pubblico: pazienti, familiari e operatori in campo oncologico. Raccoglie le esperienze in materia di comunicazione con i pazienti oncologici maturate sul campo da parte dei due oncologi, autori della pubblicazione, e sviluppate in venti momenti diversi, secondo due punti di vista non sempre sovrapponibili. La prefazione è di uno dei padri dell’Oncologia Italiana, Gianni Bonadonna, che si è assunto il compito di introdurre l’argomento della nuova opera editoriale. Lasciamo, però, parlare gli autori che, nella premessa del libro, spiegano come si articola la loro nuova pubblicazione.
“Presentiamo un libro, scritto a quattro mani, sulla nostra esperienza col malato oncologico. La stesura è particolare, nel senso che ogni argomento prevede un intervento da parte di ciascuno dei due autori. Due punti di vista dunque, uno di chi attualmente gestisce una struttura oncologica (Bertolini), l’altro di chi dopo una carriera riflette sul passato, sulla sua storia e su incontri significativi con pazienti e personaggi (Scanni). Sarà come maneggiare un vecchio testo liceale, dove la versione latina era a destra e la traduzione in italiano a sinistra. Come premessa, anticipiamo ai lettori che, man mano che procedeva il lavoro, ci siamo accorti che i due binari di pensiero non erano poi sempre divergenti, anzi, vista la comune scuola, spesso il punto di vista detto con parole differenti risultava molto simile. Abbiamo chiesto al Padre dell’Oncologia Medica italiana, il dottor Gianni Bonadonna, di leggere il nostro lavoro. Egli ha acconsentito offrendoci al termine della lettura, fatta “con vero piacere”, una prefazione di notevole pregio. Ivano Boscardini, esperto di comunicazione, si è occupato dei commenti tecnici ad ogni capitolo, fornendo ai lettori dei rimandi della letteratura per approfondimenti”.