Proposta di Legge “Istituzione della figura professionale di coordinatore di ricerca clinica”


Il 22 ottobre 2015 è stata depositata presso la Commissione XII° della Camera dei Deputati la Proposta di Legge di “Istituzione della figura professionale di coordinatore di ricerca clinica”.

Il 22 ottobre 2015 è stata depositata presso la Commissione XII° della Camera dei Deputati la Proposta di Legge di “Istituzione della figura professionale di coordinatore di ricerca clinica”. Firmatarie la on Donata Lenzi e la on. Manuela Ghizzoni (Socia Onoraria CIPOMO).

Da anni aspettavamo questo momento. Non ci facciamo illusioni, in questo momento di spending review non sarà facile che il Parlamento istituisca all’interno del SSN una nuova figura professionale come quella di “Coordinatore di Ricerca Clinica”, l’iter della Legge sarà lungo e il suo esito incerto, ma è senz’altro un punto di partenza, per la prima volta si cerca di dare riconoscimento alla figura di un collaboratore importante, senza il quale nei nostri Reparti sarebbe impossibile fare ricerca clinica. Ma non basta; oltre al riconoscimento la Proposta di Legge cerca di mettere ordine in una materia dove attualmente vi è molta confusione e situazioni di disomogeneità e di precariato in un campo dove invece la formazione e la continuità dovrebbero essere garantite per l’interesse della ricerca italiana e per il miglioramento delle cure per i nostri malati. Non è un caso che accanto al nome della prima firmataria la on Lenzi, a cui va il merito di avere creduto fin dall’inizio a questa importante figura professionale e avere lavorato a fianco dei professionisti, fra cui il Gruppo Italiano Data Manager (GIDM), vi sia come secondo nome la on. Ghizzoni, particolarmente sensibile ai temi della Oncologia Italiana e in particolare della Ricerca, facendo tra l’altro parte della Commissione VII° della Camera: Cultura, Scienza e Istruzione.

CIPOMO, insieme ad AIOM, ha avuto un importante ruolo di stimolo in questa iniziativa, ci ha sempre creduto, anche quando sembrava che la impresa fosse impossibile. Sappiamo che è presto per cantare vittoria, vi saranno ora le udienze parlamentari e tutte quelle procedure, come sappiamo, molto lunghe, che le regole del nostro Parlamento prevedono; ma da oggi la Politica incomincia a porsi il problema e lo fa nella sua massima istituzione, il Parlamento. Comunque vadano le cose, è stata messa una prima pietra.

Fabrizio Artioli
Segretario Nazionale CIPOMO
Socio Onorario GIDM