Per la prostata meglio la stereotassica


Per il carcinoma prostatico a rischio medio-basso, la radioterapia stereotassica offre indubbi vantaggi rispetto a quella tradizionale, a parità di esiti finali.

Per il carcinoma prostatico a rischio medio-basso, la radioterapia stereotassica offre indubbi vantaggi rispetto a quella tradizionale, a parità di esiti finali. Questo il messaggio che emerge da uno studio durato cinque anni, i cui risultati sono stati pubblicati sullo European Journal of Cancer.

In esso i radioterapisti e oncologi del Simmons Comprehensive Cancer Center di Dallas (Texas) hanno sottoposto una novantina di pazienti (il 63,7% a rischio medio, il 36,3% a rischio basso) a un protocollo di cinque sedute, per un totale di 45, 47,5 o 50 Gy; alla chiusura si è visto che la sopravvivenza libera da metastasi a tre e cinque anni era pari al 100% e che quella globale era pari, rispettivamente, al 94 e all’89,7%, con nessun decesso attribuito al tumore; il tasso di controllo è stato del 100% a tre anni, e del 100% a cinque. La tossicità urinaria acuta e ritardata si è determinata, rispettivamente, nello 0 e nel 5,5% dei malati, mentre quella gastrointestinale nel 2 (acuta) e nel 7 (ritardata)% dei trattati; solo quattro pazienti hanno avuti effetti collaterali di grado IV.

Di norma, hanno ricordato gli autori, le sedute di radioterapia sono in numero compreso tra 42 e 45, e durano mesi, ma nel caso del protocollo di radio stereotassica tutto si risolve in una decina di giorni, con grandi vantaggi per la qualità di vita dei malati e risparmi significativi.

Per questo – e anche per i grandi progressi tecnologici, che consentono di avere ormai una radioterapia stereotassica molto precisa e potente – si augurano che aumenti la diffusione di questo tipo di terapia, parallelamente a un’adeguata formazione dei medici e all’accesso a strumenti adatti.

Fonte:
Raquibul Hannan, Vasu Tumati, Xian-Jin Xie, L. Chinsoo Cho, Brian D. Kavanagh, Jeffrey Brindle, David Raben, Akash Nanda, Susan Cooley, D.W. Nathan Kim, David Pistenmaa, Yair Lotan, Robert Timmerman. Stereotactic body radiation therapy for low and intermediate risk prostate cancer—Results from a multi-institutional clinical trial. European Journal of Cancer, 2016; 59: 142 DOI: 10.1016/j.ejca.2016.02.014