Per fare meno danni occhio ai muscoli

Gli oncologi del del North Carolina Lineberger Comprehensive Cancer Center propongono di valutare un parametro diverso rispetto alla superficie corporea per stabilire il dosaggio della chemioterapia: la quantità e la qualità della massa muscolare, perché la situazione dei muscoli è fortemente indicativa della reazione dell’organismo e della conseguente tossicità ai farmaci.

La proposta nasce dall’analisi della situazione di 151 donne operate per un carcinoma mammario in stadio precoce di cui erano disponibili le TAC addome, ed era quindi possibile una valutazione dello stato della massa muscolare. Come riportato su Clinical Cancer Research, le singole situazioni sono state messe a confronto con quanto accaduto dopo la chemioterapia (con antracicline e taxani), e il risultato è stato molto chiaro: le donne che avevano una condizione muscolare peggiore sono state quelle che hanno risentito di più dei danni da chemioterapia (circa un terzo del totale). In particolare, queste pazienti hanno avuto un’incidenza molto maggiore di vomito e tossicità gastrointestinali e di neuropatie periferiche. Inoltre, sempre tra le donne meno in forma, si è registrato un numero di ospedalizzazioni doppio rispetto a quello che si è avuto tra le altre pazienti.

Secondo gli autori è giunto il momento di introdurre la valutazione della massa muscolare, in modo da poter calibrare in maniera molto più personalizzata la dose di chemioterapici da somministrare per non perdere nulla dell’efficacia senza però compromettere la qualità di vita o, peggio, causare danni che, a loro volta, possono essere associati a un aumento della morbidità e della mortalità.

 

Fonte:
Shachar SS et al. Body Composition as a Predictor of Toxicity in Patients Receiving Anthracycline and Taxane Based Chemotherapy for Early Stage Breast Cancer
DOI: 10.1158/1078-0432.CCR-16-2266 Published 31 January 2017
http://clincancerres.aacrjournals.org/content/early/2017/01/31/1078-0432.CCR-16-2266

https://unclineberger.org/news/by-measuring-patient-muscle