Pazienti anziane: ancora troppo poco rappresentate negli studi clinici

Nonostante le tante dichiarazioni di intenti, pochissimo è cambiato, dagli anni ottanta a oggi, nell’arruolamento delle donne con più di 65 nei trial clinici sui trattamenti per il carcinoma mammario, anche se costoro rappresentano la popolazione più numerosa, tra le malate. Questo lo sconfortante dato che emerge da uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Oncology da ricercatori del Dana Farber Cancer Center di Boston afferenti alla Alliance for Clinical Trials in Oncology, ai cui archivi essi stessi hanno attinto per ottenere i dati. Nell’indagine, infatti, sono stati messi a confronto i numeri di tre tipi di studi clinici: quelli sulla terapia adiuvante, neoadiuvante e applicata alle donne con malattia metastatica condotti da gruppi dell’Alleanza tra il 1985 e il 2012, e si è visto che, nel complesso, solo il 17% delle partecipanti a trial aveva più di 65 anni (rispettivamente, il 15, 24 e 24% del totale per i tre gruppi) e che il 7, il 15 e il 13% aveva più di 80 anni. Ma i ricercatori hanno verificato anche la tendenza, e hanno così constatato il dato più preoccupante, per un periodo così lungo e nel quale, in teoria, molte cose avrebbero dovuto cambiare: solo negli studi sulle cure adiuvanti si è visto un aumento, peraltro modesto (del 4%), mentre negli altri due gruppi si è verificata una diminuzione dell’arruolamento, e lo stesso è avvenuto tra le ultrasettantenni.
Un’altra informazione emersa è che le over 65 tendono ad avere più linfonodi coinvolti (ulteriore pessimo segnale) e tumori più spesso negativi agli estrogeni, mentre i volumi sono simili a quelli delle donne più giovani.
Infine, le pazienti più in là con gli anni tendono più spesso a lasciare le sperimentazioni: il loro tasso di abbandoni è stato del 50%, contro il 35,9% delle donne con meno di 65 anni.
Tutto ciò – hanno sottolineato gli autori – dimostra quanto ci sia ancora da fare per coinvolgere, se necessario anche con obblighi specifici, di più e meglio queste donne nei trial clinici, dal momento che le terapie eventualmente approvate sono destinate più spesso a loro che a donne con meno comorbidità e tumori che possono avere caratteristiche differenti.

Fonte

Freedman R et al. Accrual of Older Patients With Breast Cancer to Alliance Systemic Therapy Trials Over Time: Protocol A151527
DOI: 10.1200/JCO.2016.69.4182 Journal of Clinical Oncology – published online before print December 19, 2016
http://ascopubs.org/doi/abs/10.1200/JCO.2016.69.4182