L’imatinib per tutti


Anche la Colombia rompe gli indugi e si appresta a vendere l’imatinib

Dopo la Tailandia, l’India e il Brasile, anche la Colombia rompe gli indugi e si appresta a vendere l’imatinib a un prezzo più basso rispetto a quello imposto dall’azienda che lo ha brevettato per prima.

 

E’ di questi giorni infatti l’annuncio, dato direttamente dal Governo e ripreso dalla Reuters, della fine delle trattative e della decisione unilaterale delle autorità sanitarie del paese sudamericano di imporre un costo assai diverso da quello attuale, presa nel nome di un interesse superiore a quello dell’azienda: quello della salute dei suoi cittadini.

 

L’imatinib è stata la prima piccola molecola approvata nel 2001 ed è quindi la prima il cui brevetto è giunto a scadenza, nello scorso mese di gennaio. Negli anni scorsi l’India aveva già infranto gli accordi internazionali ingaggiando – e vincendo – una battaglia legale durata otto anni, combattuta anch’essa in nome dell’interesse della salute dei suoi cittadini, sulla scorta di quanto fatto anni fa con la terapia antiretrovirale per l’AIDS.

 

Ora la Colombia ne segue le tracce, rendendo di fatto libera la produzione del farmaco e la conseguente scelta sul prezzo finale. Al momento ogni compressa da 400 mg costa circa 44 dollari, mentre il Governo avrebbe voluto che il prezzo scendesse fino a 18,5 dollari; l’azienda non ha mai voluto acconsentire e il risultato è che i 2.500 pazienti che ne hanno bisogno potranno presto avere accesso alla stessa molecola prodotta da altre aziende, ma venduta a un prezzo che, con ogni probabilità, si avvicinerà molto a quello ideale.

 

Nel complesso, il Governo stima di risparmiare non meno di 12 milioni di dollari all’anno, una cifra significativa per il paese.

Un percorso analogo è stato intrapreso anche dal Sudafrica, a riprova del fatto che i tempi della corsa senza limiti all’aumento dei costi dei farmaci antitumorali potrebbe avere i giorni contati, e non solo per le specialità il cui brevetto è in scadenza.

 

Fonte:

http://www.reuters.com/article/us-novartis-colombia-cancer-idUSKCN0YV2NT