La qualità di vita in oncologia al centro del dibattito di CIPOMO

Si apre il 15 novembre la Conferenza Nazionale a Padova

LA QUALITA’ DI VITA IN ONCOLOGIA AL CENTRO DEL DIBATTITO DI CIPOMO

Padova, 14 Novembre. La città patavina ospita dal 15 al 16 novembre la Conferenza
Nazionale CIPOMO di quest’anno, conferenza presieduta dalla dottoressa Cristina
Oliani e dal dottor Livio Blasi. Presidente Onorario Vittorina Zagonel, Direttore del
dipartimento di oncologia all’Istituto oncologico veneto di Padova. L’evento è
dedicato a un tema di grande impatto sociale come la qualità di vita in oncologia.
La conferenza dal titolo “Qualità della vita in oncologia: who cares?” sarà un
momento unico di confronto tra tutti gli operatori coinvolti nel percorso di cura del
malato oncologico, dall’oncologo al bioeticista, dall’infermiere agli esperti di cure
palliative.
La prima giornata si aprirà con una sessione introduttiva dedicata all’esplorazione
degli strumenti più idonei per migliorare la qualità di vita del paziente, sul come
affrontare il percorso di cura tra la terapia attiva e le terapie di supporto fino a
affrontare la tematica del disagio socio-economico. Nel pomeriggio, invece, il focus
sarà la gestione della tossicità derivante dalla chemioterapia e dai diversi
trattamenti innovativi come l’immunoterapia e le terapie con inibitori delle cicline.
Si parlerà, inoltre, di come gli aspetti nutrizionali e le cure simultanee possono
impattare favorevolmente sulla qualità di vita. La giornata si chiuderà con alcune
riflessioni legate alla qualità di vita della persona guarita.
Durante la seconda giornata della Conferenza, invece, verranno presentati risultati
di una ricerca condotta direttamente da CIPOMO con l’intento di investigare sulla
qualità di vita degli oncologi italiani. L’indagine è stata condotta su oltre 500
professionisti quotidianamente coinvolti nel percorso di cura del malato oncologico.
“L’aggiornamento e il confronto sui diversi aspetti della qualità di vita e gli strumenti
per rilevarla durante il trattamento nelle persone guarite dal tumore saranno al
centro dell’attenzione non solo dei Primari di Oncologia provenienti da tutta Italia
ma anche di medici, infermieri e Associazioni che interverranno al Convegno” Spiega
Livio Blasi, Presidente CIPOMO.

“Vogliamo metterci in prima linea – continua Livio Blasi – nel cercare di limitare le
conseguenze che la qualità di vita dell’oncologo può avere su quella del paziente.
Per questo motivo abbiamo deciso al nostro interno di istituire un nuovo gruppo di
lavoro che affronterà la problematica in maniera concreta ed efficace”.

 

Scarica PDF