I costi dei tumori in Europa: dall’Esmo 2012 tutti i dati

Nella top list dei Paesi europei Germania in testa, Italia nel mezzo

Reso noto il peso economico delle malattie tumorali nel vecchio continente durante l’ESMO di Vienna, 2012. Si tratta di una cifra impressionante: oltre 124 miliardi di euro all’anno. Con la Germania come primo Paese nella lista dei 27 appartenenti all’Unione e il tumore al polmone come prima voce in termini di entità di spesa globale. I dati vengono dalla prima ricerca sull’argomento, condotta presso l’università di Oxford (Luengo-Fernandez R. et al), e i calcoli hanno incluso non solo i costi diretti della malattia ma anche i costi indiretti come la perdita di produttività e le cure “informali” legati alla patologia neoplastica. Le fonti impiegate per la ricerca hanno incluso i database OMS, l’OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) e i Ministeri della salute dei singoli Paesi.

Il primo autore dello studio sottolinea, in un press release del congresso, l’importanza di avere incluso i costi indiretti legati alla perdita di produttività, alle morti precoci, al coinvolgimento dei caregiver nella gestione quotidiana della malattia, meno noti alla autorità sanitarie e spesso sottovalutati rispetto ai costi diretti.

Vediamo i dati nel dettaglio. Media europea (su 27 Paesi dell’Unione) di spesa per tumore per abitante: 97 euro. La Germania è il Paese che spende di più, con un costo pro-capite di 165 euro. L’Italia si colloca all’8° posto, appena sotto la media europea (94 euro), prima di UK, Spagna, Francia, Svezia, Grecia. Altri dati: costo per evento tumorale. Media europea circa 19,000 euro. Ancora in testa la Germania con oltre 28,000 euro, mentre l’Italia è 17a con circa 16,000 euro, più vicina a Francia, UK, Svezia, Slovenia che non alla Germania. Agli ultimi posti si trovano soprattutto i Paesi che hanno aderito solo più recentemente (2004) all’UE e che hanno un basso reddito nazionale lordo.

La top ten dei tumori vede, invece, al primo posto come impegno economico sanitario il tumore della mammella, con 6 miliardi di euro l’anno, ben il 13% delle spese sanitarie per tumore in Europa, tuttavia il big killer, anche in termini economici globali, rimane sempre il tumore del polmone, con 19 miliardi di euro l’anno, di cui 10 attribuibili alle morti premature.

Milano, 18 ottobre 2012