Gianpiero Fasola è il nuovo presidente del CIPOMO

Gianpiero Fasola, Direttore del Dipartimento di Oncologia dell’Azienda Ospedaliero Universitaria S. Maria della misericordia di Udine, è stato eletto nuovo presidente del CIPOMO al congresso svoltosi a Roma nei giorni scorsi. Insieme al Presidente, l’assemblea ha eletto il consiglio direttivo e gli altri organi e ha focalizzato gli obbiettivi per il futuro prossimo.
Fasola, nel ringraziare i colleghi per l’apprezzamento e il sostegno ricevuto, ha ricordato le responsabilità del ruolo che da ora ricopre, e ha invitato i membri del CIPOMO a partecipare attivamente alla vita del Collegio con proposte e idee. A lui inoltre sono giunti i complimenti e gli auguri, tra gli altri, del presidente uscente Roberto Labianca.

Dal punto di vista scientifico, la parola d’ordine del congresso è stata Precision Medicine, un approccio già in via di adozione dalla medicina statunitense, ovvero un nuovo paradigma di gestione del malato oncologico che presuppone la creazione di reti a livello nazionale – o almeno per macroregioni – dove le strutture oncologiche ospedaliere vengano messe in connessione diretta con laboratori di alta specializzazione, in modo da garantire così un’alta qualità nei test e contemporaneamente poter procedere a evidenti risparmi in termini di costi.
La Precision Medicine prevede poi la diagnosi precoce e richiede inoltre investimenti per la ricerca del bersaglio terapeutico ottimale del singolo malato per una terapia farmacologica sempre più mirata e selettiva.

Il congresso ha poi affrontato diversi altri temi come la necessità di una legge unica per l’oncologia, confermando così il ruolo combattivo e costruttivo assunto negli anni dal CIPOMO nei confronti della società e non solo dell’ambiente medico italiano.