E poi, in Grecia, ci sarebbero anche i malati di tumore

C’è un esercito di vittime silenziose della crisi greca: i malati in generale, e i malati di cancro in modo particolare, visto che la loro malattia non può aspettare, che le cure, per loro, sono inaccessibili e che i professionisti sanitari – quelli rimasti – non sanno più come aiutarli. Nel parla, in un drammatico reportage, la BBC, che cita alcuni numeri agghiaccianti.

Dal 2009 a oggi i fondi per la sanità pubblica sono stati dimezzati; la spesa sanitaria è ormai attorno al 4% del PIL, contro il 10% del 2009 e contro una media europea del 6,9%, e nonostante questo il deficit del Sistema sanitario nazionale (EOPYY) è di 1,5 miliardi di euro; la spesa per gli ospedali è scesa del 22% dallo scorso mese di marzo ed è oggi attorno a 1,8 miliardi di euro.

A fronte di ciò, chi può ricorre alla sanità privata, ma a potersela permettere sono in pochi: oltre 2,5 milioni di greci non ne hanno di alcun tipo. Dal canto suo, il personale fa quello che può, cioè a volte non molto, e volte niente: secondo il governo e la Panhellenical Medical Association, mancano all’appello circa 4.500 medici e 15.000 infermieri, e negli ultimi tre anni ben 15.000 medici sono emigrati in altri paesi, non reggendo più le condizioni di lavoro e stipendi che al massimo, quando arrivano (in genere con medi di ritardo), non superano mai i 2.000 euro.

Tra le categorie più colpite ci sono i malati oncologici: secondo l’Association of Cancer Patients, che sta cercando di aiutarne 6.500, molti hanno dovuti fronteggiare la chiusura di interi reparti, il blocco degli strumenti, l’indisponibilità delle terapie.

Secondo la Panhelenical Pharmaceutical Association, le farmacie private vantano crediti per 500 milioni di euro dallo stato, e non si sa, quindi, se e quando i malati potranno tornare a ricevere cure adeguate.

I pazienti greci che erano in condizioni di farlo sono appena tornati alle urne. Quelli che ancora hanno voluto sperare che qualcuno si ricordasse di loro.

Fonte:
Giorgos Christides. Greece crisis: Cancer patients suffer as health system fails