CIPOMO, AIOM e AIFA uniti per gestire al meglio i nuovi Registri

Il dibattito – lo si è visto nelle scorse settimane – è stato molto acceso, così come pronta è stata la reazione del CIPOMO, affiancata da quella di AIOM. Il risultato è stato un comunicato congiunto, nel quale si annuncia che CIPOMO e AIOM supporteranno con un contributo specialistico l’Aifa nella trasformazione dei Registri dei farmaci oncologici sottoposti a monitoraggio, in sistemi caratterizzati da una nuova architettura incentrata sulla patologia anziché sul farmaco.
Questa la sintesi di quanto emerso nei giorni scorsi durante l’incontro tenutosi presso la sede AIFA nel quale tutti i rappresentanti si sono confrontati sulle nuove strategie e sulle principali problematiche correlate alla transizione dalla vecchia piattaforma web alla nuova. In particolare, viene rimarcata «l’importanza di un’attiva di collaborazione tra la figura del medico e quella del farmacista, anche in questa fase di transizione (…) Entro la fine di aprile saranno attivate le funzioni per la piena operatività dei farmacisti relativamente alle dispensazioni e sarà garantito, per ciascun reparto ospedaliero, l’accesso a tutti i medici autorizzati».
I nuovi Registri – hanno ricordato i rappresentanti dell’AIFA durante l’incontro – avranno una struttura incentrata sulla patologia, piuttosto che sul farmaco; i dati saranno centralizzati presso la stessa Agenzia, al fine di consentire uno scambio di informazioni esauriente e interfacciato con tutti gli altri sistemi informatici dell’Agenzia: nell’insieme, le informazioni disponibili permetteranno l’elaborazione di analisi di outcome. Infine CIPOMO, AIOM e AIFA si sono impegnati a definire un’agenda comune di lavoro per conferire continuità al dialogo, dialogo che sarò esteso ad altri protagonisti «nella convinzione che il confronto costante con le società scientifiche, i rappresentanti degli operatori sanitari e dei pazienti sia un’opportunità per svolgere al meglio ogni attività».