Anche per la prostata un test genetico?

Una delle questioni più controverse dell’oncologia, il comportamento da tenere in caso di primi test dubbi sulla prostata, potrebbe trovare presto una soluzione inattesa: quella del test genetico.

Uno studio appena pubblicato sul British Journal of Cancer sembra infatti suggerire che esistono delle mutazioni che indicano, come avviene per BRCA e altre nella mammella, la presenza di un tumore ad alto rischio, da distinguere e trattare in modo differente rispetto a quelli a crescita lenta.
Nello studio, i ricercatori dell’Institute of Cancer Research di Londra hanno esaminato, dal punto di vista genetico (controllando anche il gene BRCA), 191 uomini appartenenti a 3 famiglie nelle quali era presente il carcinoma prostatico; il risultato è stato che il 7% di essi aveva una o più delle 14 mutazioni associate a un maggior rischio, e in effetti queste persone erano quelle che avevano sviluppato un tumore molto aggressivo.

Qualora questi dati fossero confermati – e a tal fine gli stessi autori hanno già avviato un trial su oltre 2.000 uomini, nei quali saranno verificate le mutazioni di 192 geni diversi – si potrebbe pensare a un esame genetico standardizzato che consenta, in caso di esito dubbio del test del PSA o di altri esami, di distinguere subito i pazienti da avviare a un trattamento aggressivo da quelli da sottoporre solo all’osservazione. Restano naturalmente problemi e difficoltà che rendono la prostata diversa, per esempio, dalla mammella. Mente la mastectomia preventiva non priva la donna di un organo fondamentale e la mastoplastica ricostruttiva le permette di recuperare anche un buon rapporto con il proprio corpo, la prostatectomia preventiva esporrebbe comunque gli uomini al rischio di disfunzioni sessuali e urinarie.

Fonte:
Leongamornlert D et al. Frequent germline deleterious mutations in DNA repair genes in familial prostate cancer cases are associated with advanced disease
British Journal of Cancer advance online publication 20 February 2014; doi: 10.1038/bjc.2014.30