Archivio News

Biosimilari in USA: risparmi a nove zeri


Nei prossimi dieci anni gli Stati Uniti risparmieranno 54 miliardi di dollari, se introdurranno i biosimilari in settori chiave quali l'oncologia e la cura di alcune patologie quali l'artrite reumatoide, cioè il 20% in più rispetto a quanto stimato solo tre anni fa.
Questa la conclusione dell'ultimo rapporto della Rand Corporation sul mercato farmaceutico, che tiene conto delle possibili (e probabili) innovazioni normative e tecnologiche grazie alle quali un mercato già molto promettente potrebbe avere uno sviluppo superiore alle aspettative.
Nel rapporto gli analisti della Rand (istituto no profit) sottolineano che già oggi tra l'1 e il 2% della popolazione assume farmaci biologici, ma questi ultimi rappresentano il 38% delle prescrizioni, e tra il 2010 e il 2015 hanno costituito il 70% della crescita del mercato.
Grazie alle norme già esistenti quali il 2010 Patent Protection and Affordable Care Act e alle sue parti Biologics Price Competition e Innovation Act, l'approvazione di nuovi biosimilari dovrebbe essere più veloce nei prossimi anni, e questo consentirà di risparmiare il 3% della spesa nei prossimi dieci anni, con un range che varia, a seconda dei parametri considerati, tra i 24 e i 150 miliardi entro il 2027.

Anche se l'arrivo di nuovi biosimilari probabilmente non avrà conseguenze di notevolissima entità come quelle avute dall'introduzione dei generici, secondo gli esperti è certo che porterà a un aumento di competitività e a un ribasso generalizzato dei prezzi, a tutto vantaggio di pazienti ed enti pagatori pubblici e privati, e tutto questo allargherà la platea di chi ha accesso a questi farmaci, con il risultato che la spesa generale probabilmente crescerà, ma senza che aumentino i ricoveri o i costi di altro tipo. E poiché tutto questo sarà positivo - concludono - sarebbe opportuno agevolare ulteriormente la diffusione dei biosimilari, monitorando al tempo stesso l'impatto che essi avranno su tutto il mercato e sui pazienti.

Fonte:
Biosimilar Cost Savings in the U.S.: Initial Experience and Future Potential
https://www.rand.org/pubs/perspectives/PE264.html