• OncoNews Settembre

    L'etica del Secondo Parere:
    medicina basata sulle evidenze,
    sulle convenienze o sulle eminenze?

  • OncoNews Settembre

    L'etica del Secondo Parere:
    medicina basata sulle evidenze,
    sulle convenienze o sulle eminenze?

  • OncoNews Settembre

    L'etica del Secondo Parere:
    medicina basata sulle evidenze,
    sulle convenienze o sulle eminenze?

  • OncoNews Settembre

    L'etica del Secondo Parere:
    medicina basata sulle evidenze,
    sulle convenienze o sulle eminenze?

  • OncoNews Settembre

    L'etica del Secondo Parere:
    medicina basata sulle evidenze,
    sulle convenienze o sulle eminenze?

  • OncoNews Settembre

    L'etica del Secondo Parere:
    medicina basata sulle evidenze,
    sulle convenienze o sulle eminenze?

  • OncoNews Settembre

    L'etica del Secondo Parere:
    medicina basata sulle evidenze,
    sulle convenienze o sulle eminenze?

  • OncoNews Settembre

    L'etica del Secondo Parere:
    medicina basata sulle evidenze,
    sulle convenienze o sulle eminenze?

  • OncoNews Settembre

    L'etica del Secondo Parere:
    medicina basata sulle evidenze,
    sulle convenienze o sulle eminenze?

Archivio News

Come rimediare ai ritardi negli screening per i tumori gastroenterici in Europa: istruzioni per l'uso


Si può e si deve fare di più, per individuare prima i tumori del tratto gastrointestinale. Questo l'appello che giunge da Praga dove, in occasione degli European Diogestive Cancer Days , gli oncologi aderenti alla United European Gastroenterology  hanno richiamato le autorità sanitarie degli stati membri a impegnarsi per migliorare le diagnosi precoci, visto che i tumori digestivi rappresentano il 23,4% dei casi per incidenza e il 30,1% per mortalità, e che tre dei cinque top killer sono appunto neoplasie del tratto gastroenterico. Per aiutare chi deve pianificare le campagne di screening, oltre a molto materiale informativo e alle statistiche, disponibili sul sito www.ueg.eu, i firmatari hanno individuato i quattro ambiti prioritari:

  1. Sostenere la ricerca e poi l'utilizzo dello studio della microflora come strumento di diagnosi precoce per i tumori del colon retto. Secondo diversi studi la sua composizione è più attendibile rispetto alla ricerca del sangue occulto, ed è quindi necessario proseguire con gli studi e implementare il metodo via via che ne vengono definiti i dettagli;
  2. Migliorare gli screening sulle persone con reflusso attraverso Cytosponge, il dispositivo (pill on a stringe) non invasivo che si è rivelato molto più efficace dei sistemi usati finora, più costosi e invasivi. Oggi i metodi endoscopici negli Stati Uniti rivelano solo il 7% dei tumori esofagei in fase precoce: questo numero, non dissimile da quelli di altri paesi industrializzati, va certamente migliorato, e lo si può fare utilizzando Cytosponge su ampie fasce di popolazione;
  3. Verificare la composizione del microbioma nei pazienti con dipendenza da alcol, e rischio di cirrosi o epatocarcinoma al fine di quantificare la presenza di acidi grassi a catena corta, noti protettori nei confronti del tumore. Diversi studi hanno dimostrato che un eccessivo impoverimento di questi composti è associato a un significativo aumento del rischio di degenerazione neoplastica e per questo un loro dosaggio può essere un ottimo marcatore di rischio;
  4. Migliorare la diffusione degli screening per il carcinoma gastrico, da promuovere insieme a quelli per il cancro del colon retto soprattutto nei paesi a incidenza media; secondo nuovi dati presentati proprio a Praga sono almeno 14 i paesi europei a rischio intermedio dove l'introduzione di screening di popolazione sarebbe costo-efficace, soprattutto qualora i test fossero associati alla colonscopia. Al momento, nessun paese europeo ha un programma ufficiale di screening articolato che comprenda anche il tumore gastrico.

Fonte:
Spink Health. Focus screening efforts to 'save thousands of lives' from digestive cancers -- say experts

https://www.eurekalert.org/pub_releases/2017-09/sh-fse092117.php