• OncoNews Settembre

    L'etica del Secondo Parere:
    medicina basata sulle evidenze,
    sulle convenienze o sulle eminenze?

  • OncoNews Settembre

    L'etica del Secondo Parere:
    medicina basata sulle evidenze,
    sulle convenienze o sulle eminenze?

  • OncoNews Settembre

    L'etica del Secondo Parere:
    medicina basata sulle evidenze,
    sulle convenienze o sulle eminenze?

  • OncoNews Settembre

    L'etica del Secondo Parere:
    medicina basata sulle evidenze,
    sulle convenienze o sulle eminenze?

  • OncoNews Settembre

    L'etica del Secondo Parere:
    medicina basata sulle evidenze,
    sulle convenienze o sulle eminenze?

  • OncoNews Settembre

    L'etica del Secondo Parere:
    medicina basata sulle evidenze,
    sulle convenienze o sulle eminenze?

  • OncoNews Settembre

    L'etica del Secondo Parere:
    medicina basata sulle evidenze,
    sulle convenienze o sulle eminenze?

  • OncoNews Settembre

    L'etica del Secondo Parere:
    medicina basata sulle evidenze,
    sulle convenienze o sulle eminenze?

  • OncoNews Settembre

    L'etica del Secondo Parere:
    medicina basata sulle evidenze,
    sulle convenienze o sulle eminenze?

Archivio News

Mammografia per le ex pazienti anziane: un rebus


Ancora non è chiaro a che punto della loro vita le donne che hanno superato i 65 anni e hanno alle spalle una storia di cancro mammario devono interrompere i controlli mammografici, e probabilmente il cut off basato sull'età non è quello giusto per trovare una soluzione a una questione di cui si dibatte da tempo.
Questo il commento degli oncologi del Dana Farber Cancer Center di Boston, che hanno pubblicato sul Journal of Clinical Oncology quanto scoperto analizzando i dati di un migliaio di queste pazienti (di cui erano disponibili i dati relativi alla salute, e che avevano fatto una mammografia nei 12 mesi precedenti) contenuti nel National Health Interview Study.


In base alle informazioni disponibili, il 35% di loro aveva meno di dieci anni di aspettativa di vita, e circa il 9% meno di cinque anni.
In generale, anche se l'adesione allo screening tendeva a diminuire con l'aspettativa di vita, circa il 57% delle donne con meno di 5 anni di aspettativa di vita aveva fatto una mammografia, e lo stesso per il 66% di coloro che potevano aspettarsi di vivere non più di dieci anni. E tuttavia, il 14% di coloro che avevano un'aspettativa superiore ai 10 anni non aveva fatto la mammografia.
I due estremi mostrano quanto sia ancora ampio il margine di esami non corretti, fatti cioè quando non possono più incidere sulla sopravvivenza, oppure non fatti quando sarebbero in grado di farlo. E tuttavia - concludono gli autori - poiché ogni donna fa storia a sé così come ogni tumore, più che sull'età ci si dovrebbe basare su parametri più personalizzati come, appunto, l'aspettativa di vita. Per questo sarebbe importante condurre studi specifici, fino a giungere ad algoritmi affidabili e sostenuti da prove che oltretutto mettano finalmente d'accordo le diverse linee guida esistenti, molto spesso in contraddizione l'una con l'altra.

Fonte
Freedman R et al. Use of Surveillance Mammography Among Older Breast Cancer Survivors by Life Expectancy
DOI: 10.1200/JCO.2016.72.1209 Journal of Clinical Oncology
http://ascopubs.org/doi/10.1200/JCO.2016.72.1209