• OncoNews Luglio

    Pił tempo diamo alla relazione,
    pił tempo risparmiamo nella cura

  • OncoNews Luglio

    Pił tempo diamo alla relazione,
    pił tempo risparmiamo nella cura

  • OncoNews Luglio

    Pił tempo diamo alla relazione,
    pił tempo risparmiamo nella cura

  • OncoNews Luglio

    Pił tempo diamo alla relazione,
    pił tempo risparmiamo nella cura

  • OncoNews Luglio

    Pił tempo diamo alla relazione,
    pił tempo risparmiamo nella cura

  • OncoNews Luglio

    Pił tempo diamo alla relazione,
    pił tempo risparmiamo nella cura

  • OncoNews Luglio

    Pił tempo diamo alla relazione,
    pił tempo risparmiamo nella cura

  • OncoNews Luglio

    Pił tempo diamo alla relazione,
    pił tempo risparmiamo nella cura

  • OncoNews Luglio

    Pił tempo diamo alla relazione,
    pił tempo risparmiamo nella cura

Archivio News

Il NICE boccia il nivolumab per i tumori della testa e del collo


Entrato in vigore il primo di aprile, il nuovo regolamento del NICE britannico ha già fatto la prima vittima eccellente: il nivolumab, immunoterapico diretto contro il checkpoint PD-1, è stato bocciato per la cura dei carcinomi di testa e collo, perché il suo costo non è giustificato dai risultati.

Il nivolumab aveva dimostrato, in uno studio pubblicato nello scorso autunno sul New England Journal of Medicine, coordinato per la Gran Bretagna da Kevin Harrington, dell'Institute of Cancer Research, e condotto su oltre 360 pazienti metastatici, di allungare la sopravvivenza media dai 5,1 mesi ottenibili con la chemioterapia (in quel caso docetaxel) a 7,5 mesi; dopo un anno, era in vita il 36% dei pazienti trattati, contro il 17% di quelli di controllo e tra le sottopopolazioni quella che si era mostrata più responsiva era quella composta dalle persone con infezione da HPV.
Tuttavia, questi effetti non sono stati ritenuti sufficienti, se rapportati ai QALY. Il nuovo range di questi ultimi è stato infatti fissato in 20-30.000 sterline, aumentabile a 50.000 sterline per le terapie relative al fine vita, ma il nivolumab ha un costo compreso tra le 66.000 e le 75.000 sterline per QALY: troppo.

Alcuni esperti tra i quali lo stesso Harrington hanno protestato, ricordando che per i pazienti con malattia avanzata non ci sono di fatto altre opzioni, e hanno invitato le aziende e il NICE a sedersi a un tavolo per trovare una soluzione accettabile per tutti. Ma quest'ultima potrebbe non essere facile, anche perché un eventuale abbattimento dei costi costituirebbe un precedente dal quale sarebbe poi difficile tornare indietro, e resistere a richieste analoghe di altre agenzie regolatorie.
Anche per questo la vicenda è un'osservata speciale, e il caso è destinato a scuotere una situazione che secondo molti non può proseguire a lungo inalterata, perché gli immunoterapici sono unanimemente giudicati troppo costosi per qualunque tipo di sistema sanitario.

 

Fonti:
The Institute of Cancer Research. Nivolumab not recommend for relapsed or metastatic head-and-neck cancer on the NHS
http://www.icr.ac.uk/news-archive/nivolumab-not-recommend-for-relapsed-or-metastatic-head-and-neck-cancer-on-the-nhs

Ferris R et al. Nivolumab for Recurrent Squamous-Cell Carcinoma of the Head and Neck
N Engl J Med 2016; 375:1856-1867November 10, 2016DOI: 10.1056/NEJMoa1602252
http://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMoa1602252