• OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

Archivio News

Sovrappeso e obesità da giovani: più tumori da adulti


Che il sovrappeso e l'obesità siano due condizioni associate a un aumento del rischio oncologico è noto da tempo, e numerosi tumori sono noti per essere molto influenzati dal peso. Ora però uno studio coordinato dagli epidemiologi e oncologi del Department of Global Public Health and Primary Care dell'Università di Bergen, in Norvegia, definisce meglio il ruolo dei chili in eccesso in età giovanile nello sviluppo successivo di un tumore, in età adulta.

Come riferito sull'International Journal of Epidemiology, infatti, gli autori hanno analizzato il peso, l'altezza e la salute di oltre 220.000 norvegesi, svedesi e austriaci seguiti per una media di 18 anni e dei quali erano disponibili almeno due misurazioni dell'indice di massa corporeo (BMI), rilevate a distanza di tre anni, prima della diagnosi di tumore, nel periodo compreso tra il 1972 e il 2014, e hanno trovato, in base ai riscontri dei registri tumori, 27.800 casi di tumore, 9.700 dei quali (pari al 35% del totale) direttamente collegabili al sovrappeso e all'obesità. Hanno poi visto che chi aveva un BMI superiore a 25 o a 30, cioè era in sovrappeso od obeso prima dei quarant'anni, aveva un hazard ratio di ammalarsi pari a 1,16 e 1,15, rispettivamente se uomo o donna, rispetto a chi era normopeso.

Andando nello specifico, hanno poi dimostrato che il rischio è particolarmente altro per il tumore dell'endometrio (+70%), per il carcinoma renale negli uomini (+58%), per il cancro del colon retto sempre negli uomini (+29%).

Concentrandosi infine solo sugli obesi, hanno visto che il rischio aumenta del 64% per i maschi e del 48% per le femmine, con un effetto, quindi, ancora più marcato.

La lotta all'obesità è una priorità nelle agende di molti governi, anche se al di là delle dichiarazioni, i gesti concreti sono ancora pochi e non sempre efficaci. Ma questi dati ne confermano ancora una volta l'importanza, a partire dalle generazioni più giovani.

Fonte:

Bjørge T et al. BMI and weight changes and risk of obesity-related cancers: a pooled European cohort study
International Journal of Epidemiology