• OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

  • OncoNews ottobre

    Fondi per i farmaci oncologici e innovativi: rifinanziati, ma non ampliati

Archivio News

Chemioprevenzione per il carcinoma mammario: per chi


Tamoxifene, raloxifene e inibitori delle aromatasi vanno consigliati alle donne che hanno un rischio di carcinoma mammario elevato, più di 35 anni e una probabilità contenuta di andare incontro a effetti collaterali, mentre non vanno indicati come terapia di routine per ridurre la probabilità di sviluppare un tumore a donne che non abbiano specifici motivi per temere tale evenienza. Questo il pronunciamento della US Preventive Services Task Force che aggiorna il precedente, datato 2013, pubblicato su JAMA.

Gli esperti del panel chiamati a verificare i dati, oncologi ed epidemiologi dell'Università di Portland, in Oregon, hanno analizzato 46 studi che hanno coinvolto più di cinque milioni di donne tra il 2013 e il 2019, e sono giunti a conclusioni abbastanza chiare, pur nella diversità delle molecole utilizzate e dei protocolli applicati.

Dall'esame dei numeri è infatti emerso che tamoxifene (risk ratio 0.69 in 4 studi, per n= 28.421), raloxifene (risk ratio 0.44 in 2 studi che hanno coinvolto 17.806 donne) e inibitori delle aromatasi (anastrozolo ed examestano: RR 0.45 in 2 studi che hanno riguardato 8.424 donne) sono associati a un rischio inferiore, rispetto al placebo, di sviluppare tumori invasivi (più con il raloxifene che con il tamoxifene, in uno studio con un lungo follow up).

Inoltre, sempre il raloxifene è associato a un minore rischio di fratture vertebrali, mentre il tamoxifene a un rischio inferiore di fratture non vertebrali, sempre rispetto al placebo.
Entrambi, tuttavia, espongono la donna un pericolo ben noto: quello di eventi tromboembolici, che è più elevato rispetto a quello che si ha con un placebo, e il tamoxifene è anche responsabile di un aumento del rischio di cancro dell'endometrio e di cataratta.

Anche per questo - sottolineano gli estensori delle nuove linee guida - va evitato un utilizzo indiscriminato, che non tenga conto di specifici fattori di rischio.
Per quanto riguarda gli effetti collaterali acuti, dipendono dal tipo di farmaco e dal suo dosaggio.
Secondo Mary Daly ed Eric Ross, del Fox Chase Cancer Center di Filadelfia, autori di un editoriale di commento pubblicato su JAMA Oncology, le nuove indicazioni invitano a tenere conto del profilo individuale di rischio e, in questo modo, recepiscono l'idea di un'oncologia sempre più personalizzata, nella quale non è più possibile consigliare una sola terapia a grandi categorie di pazienti.

Fonti:

  • US Preventive Services Task Force. Medication Use to Reduce Risk of Breast CancerUS Preventive Services Task Force Recommendation Statement.
    JAMA. 2019;322(9):857-867. doi:10.1001/jama.2019.11885
  • Nelson H et al. Medication Use for the Risk Reduction of Primary Breast Cancer in Women. Updated Evidence Report and Systematic Review for the US Preventive Services Task Force. JAMA. 2019;322(9):868-886. doi:10.1001/jama.2019.5780
  • Mary daly e Eric Ross. Breast Cancer Chemoprevention—Can We Make a Case for Precision Medicine? JAMA Oncol. Published online September 3, 2019. doi:10.1001/jamaoncol.2019.3785