• OncoNews giugno

    La quarta rivoluzione: un new deal per una sanitą pił efficiente

  • OncoNews giugno

    La quarta rivoluzione: un new deal per una sanitą pił efficiente

  • OncoNews giugno

    La quarta rivoluzione: un new deal per una sanitą pił efficiente

  • OncoNews giugno

    La quarta rivoluzione: un new deal per una sanitą pił efficiente

  • OncoNews giugno

    La quarta rivoluzione: un new deal per una sanitą pił efficiente

  • OncoNews giugno

    La quarta rivoluzione: un new deal per una sanitą pił efficiente

  • OncoNews giugno

    La quarta rivoluzione: un new deal per una sanitą pił efficiente

  • OncoNews giugno

    La quarta rivoluzione: un new deal per una sanitą pił efficiente

  • OncoNews giugno

    La quarta rivoluzione: un new deal per una sanitą pił efficiente

  • OncoNews giugno

    La quarta rivoluzione: un new deal per una sanitą pił efficiente

  • OncoNews giugno

    La quarta rivoluzione: un new deal per una sanitą pił efficiente

  • OncoNews giugno

    La quarta rivoluzione: un new deal per una sanitą pił efficiente

  • OncoNews giugno

    La quarta rivoluzione: un new deal per una sanitą pił efficiente

  • OncoNews giugno

    La quarta rivoluzione: un new deal per una sanitą pił efficiente

  • OncoNews giugno

    La quarta rivoluzione: un new deal per una sanitą pił efficiente

Archivio News

Screening per il cancro del colon retto: meglio rendere più efficiente che anticipare


Nel 2018 l'American Cancer Society ha consigliato di anticipare l'inizio dello screening per il cancro del colon retto dagli attuali 50 a 45 anni. Ora uno studio degli oncologi della Stanford University, pubblicato su Gastroenterology , fa i conti e conclude che tale gesto, sul quale la US Preventive Services Task Force sta ancora riflettendo, potrebbe essere effettivamente costo-efficace. Ma molto di più lo sarebbe aumentare l'adesione agli screening per le persone più anziane, anche perché l'incidenza della malattia dopo i 50 anni è 13 volte quella sotto tale età.

Nello specifico, iniziare con una tra cinque diverse tecniche a 45 anni potrebbe permettere di avere 29.400 casi e 11.000 decessi in meno nei prossimi cinque anni, con una spesa di 10,4 miliardi di dollari, necessaria per effettuare 10,6 milioni di colonscopie in più.
Ma aumentare la compliance delle persone di età compresa tra i 50 e i 75 anni dall'attuale 62 all'80% consentirebbe di diminuire i casi di 77.500 e i decessi di 31.800 unità, a un costo di 3,4 miliardi di dollari, necessari per effettuare 12 colonscopie in più rispetto a oggi.

L'esigenza di anticipare il controllo deriva dai numeri degli ultimi anni: negli Stati Uniti infatti tra il 2000 e il 2013 l'incidenza del tumore tra i quarantenni è aumentata del 22%, nonostante quella generale sia diminuita del 32% proprio per una maggiore diffusione dei programmi di screening; tale aumento è con ogni probabilità attribuibile alla sedentarietà, alla dieta e all'obesità, e vista la tendenza costante all'aumento di peso si è pesato di anticipare i test. Ma non tutti sono d'accordo: secondo molti ci sono modi migliori per prevenire il tumore e per migliorare i numeri di incidenza e mortalità e quel denaro andrebbe investito in altro modo.
Analizzando la questione dal punto di vista del costo per QALY, i numeri sono forse ancora più chiari. Iniziare le colonscopie a 45 anni significare effettuarne 758 ogni mille persone: un'estensione associata a quattro casi e due decessi in meno ogni mille soggetti, con un guadagno di 14 QALY al costo di 33.900 dollari per QALY guadagnato. Ma con lo stesso denaro si potrebbero sottoporre a test 231 ultracinquantacinquenni o 342 over 65 mai sottoposti a un test: queste due azioni poterebbero, rispettivamente, a 13-14 casi e sei decessi in meno ogni mille persone, e permetterebbero di guadagnare 27-28 QALY e di risparmiare tra i 163.70 e i 44.800 dollari, evitando il ricorso alle terapie antitumorali.
Gli autori non sembrano avere dubbi: il miglioramento dell'adesione ai programmi già in essere porterebbe a maggiori benefici, oltretutto risparmiando denaro anziché spendendone di più.

Fonte:
Ladabaum U et al. Cost-effectiveness and National Effects of Initiating Colorectal Cancer Screening for Average-risk Persons at Age 45 Years Instead of 50 Years
DOI: https://doi.org/10.1053/j.gastro.2019.03.023
 
https://www.gastrojournal.org/article/S0016-5085(19)33578-4/fulltext