• OncoNews marzo

    Direttori Generali a scuola di Oncologia Medica?

  • OncoNews marzo

    Direttori Generali a scuola di Oncologia Medica?

  • OncoNews marzo

    Direttori Generali a scuola di Oncologia Medica?

  • OncoNews marzo

    Direttori Generali a scuola di Oncologia Medica?

  • OncoNews marzo

    Direttori Generali a scuola di Oncologia Medica?

  • OncoNews marzo

    Direttori Generali a scuola di Oncologia Medica?

  • OncoNews marzo

    Direttori Generali a scuola di Oncologia Medica?

  • OncoNews marzo

    Direttori Generali a scuola di Oncologia Medica?

  • OncoNews marzo

    Direttori Generali a scuola di Oncologia Medica?

  • OncoNews marzo

    Direttori Generali a scuola di Oncologia Medica?

  • OncoNews marzo

    Direttori Generali a scuola di Oncologia Medica?

  • OncoNews marzo

    Direttori Generali a scuola di Oncologia Medica?

  • OncoNews marzo

    Direttori Generali a scuola di Oncologia Medica?

  • OncoNews marzo

    Direttori Generali a scuola di Oncologia Medica?

  • OncoNews marzo

    Direttori Generali a scuola di Oncologia Medica?

  • OncoNews marzo

    Direttori Generali a scuola di Oncologia Medica?

  • OncoNews marzo

    Direttori Generali a scuola di Oncologia Medica?

  • OncoNews marzo

    Direttori Generali a scuola di Oncologia Medica?

Archivio News

Il cancro nei giovani americani: una catastrofe esistenziale


Negli Stati Uniti le terapie antitumorali lasciano strascichi molto onerosi dal punto di vista materiale e psicologico, soprattutto tra i pazienti più giovani. Lo conferma ancora una volta uno studio pubblicato su Cancer dai ricercatori dell'American Cancer Society, che hanno verificato i dati contenuti nel National Health Interview Survey, un grande sondaggio condotto tra il 2013 e il 2016 che conteneva le risposte di oltre 10.300 malati e oltre 124.000 persone senza una storia di tumore.

I pazienti hanno riferito difficoltà finanziarie più spesso dei controlli, e in particolare: nella fascia di età 18-49 anni nel 43,4% dei casi, contro il 30,1% degli altri; nella fascia 50-64 nel 32,8% dei casi, contro il 27,8% dei controlli e negli over 65, nel 17,3% versus il 14,7%. Secondo gli autori, la maggiore influenza delle difficoltà economiche si spiega con il fatto che le terapie, che oggi costano non meno di 10.000 dollari al mese (contro i mille di 20 anni fa, e in media anche quando c'è un'assicurazione, che sempre più spesso chiede un copayment), fanno interrompere bruscamente la formazione e l'investimento sul futuro, oppure aggiungono debiti a quelli contratti per studiare, e consumano gran parte quando non tutte le risorse disponibili, oltretutto in un momento in cui il più delle volte bisogna smettere di lavorare, sia pure temporaneamente. Oltre a questo, e strettamente collegato, c'è poi il peso psicologico: ne è vittima il 53,5% dei pazienti di età compresa tra 18 e 49 anni, contro il 47,1% degli altri; nelle altre due fasce d'età i valori sono simili, così come c'è il disagio definito comportamentale, che interessa il 30,6% dei malati versus il 21,8% dei controlli (nella fascia 18-49 anni), e il 27,2% versus 23,4% (nella fascia 50-64 anni e con valori simili per gli over 65).
Infine, un altro dato preoccupante: sempre tra i più giovani, il 31% ritarda le cure per difficoltà economiche, contro il 21% dei coetanei malati di altre patologie.

Tutto ciò, concludono gli autori, non solo influenza la qualità della vita, ma spesso ne intacca la durata, e anche se lo studio non è controllato ed elabora i dati di un questionario, il messaggio è ugualmente forte: fino a quando i costi non cambieranno, bisogna fare di tutto (per esempio con servizi di counselling finanziario, assistenza sociale, patient navigator e altri) per rendere la malattia meno devastante sulla vita dei giovani.


Fonte:
Zheng Z et al. Medical financial hardship among cancer survivors in the United States
https://doi.org/10.1002/cncr.31913


https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1002/cncr.31913