Archivio News

Il nuovo documento ESMO sui biosimilari


I biosimilari stanno diventando una realtà sempre più importante nell'ambito delle terapie antitumorali: secondo l'ultimo rapporto IQVIA, dei 24 miliardi di euro spesi in Europa per curare il cancro nel solo 2016, il 40% era un farmaco biologico. E in misura crescente si trattava di un farmaco appunto similare, categoria che sta aumentando di importanza (soprattutto dopo l'arrivo di tre blockbuster) al punto che i risparmi dovrebbero salire, sempre secondo gli esperti di IQVIA, all'imponente cifra di 2 miliardi di euro entro il 2021.

L'ESMO si è già espressa in materia con un documento a sostegno dell'introduzione dei biosimilari, ma ora, dopo il congresso di Madrid, ha deciso di fare un passo ulteriore, e cioè di pubblicare un secondo paper, pubblicato sul BMJ in modalità open, nel quale si invitano tutte le parti interessate, compresa Commissione Europea, stati membri, singole autorità ma anche pazienti, staff medico e chiunque partecipi alla gestione del paziente, soprattutto alla collaborazione e alla gestione multidisciplinare, al fine di migliorare la conoscenza, la familiarità e la dimestichezza con queste sostanze.

L'esigenza è emersa dai dati di un'indagine condotta dalla stessa ESMO e i cui esiti finali dovrebbero essere resi noti a breve dai cui dati preliminari è risultato che tra gli oncologi la necessità più sentita (addirittura dall'87% dei partecipanti) è quella di un'adeguata formazione che comprenda tutti i membri dello staff e che riguardi ogni aspetto. Per questo l'ESMO ha voluto (ri)dare la sua definizione di biosimilare, per poi concentrarsi sulle possibili forme, sull'etichettatura, sull'intercambiabilità, sullo switch, sulla sostituzione automatica, sull'estrapolazione, sugli standard cinici di sicurezza ed efficacia, sulla responsabilità dei prescrittori e dei farmacisti, sui possibili effetti economici nell'ambito della salute tanto nello scenario attuale quanto in quello futuro, tanto in Europa quanto nel resto del mondo.
Un documento importante dunque, e di ampio respiro, utile per aumentare il livello di consapevolezza e, di conseguenza, l'impiego di questi importanti strumenti terapeutici.

Fonti:
https://www.iqvia.com/institute/reports/global-oncology-trends-2017-advances-complexity-and-cost
Tabernero J et al. Biosimilars: a position paper of the European Society for Medical Oncology, with particular reference to oncology prescribers
http://dx.doi.org/10.1136/esmoopen-2016-000142
https://esmoopen.bmj.com/content/1/6/e000142