• OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

Archivio News

Dall'EMA all'HTA: un percorso a più velocità


Le decisioni sul rimborso dei nuovi farmaci oncologici hanno tempi molto diversi, in Europa, nonostante i pronunciamenti dell'EMA arrivino a tutti nello stesso momento. Lo dimostra uno studio presentato all'ultimo congresso dell'ESMO svoltosi a Monaco nei giorni scorsi, condotto dai ricercatori dell'Ospedale Universitario di Zurigo insieme con i colleghi della Harvard Medical School di Boston.

In esso sono stati presi in esame tutti i 47 nuovi farmaci approvati dall'EMA per 77 indicazioni in tumori solidi nel periodo di tempo compreso tra il 2007 e il gennaio 2018 e si è verificato che cosa era successo dopo il via libera europeo in quattro paesi, cioè in quanto tempo era stato elaborato l'HTA. Il risultato è stato che la più veloce nell'approvazione, e quindi nelle valutazioni HTA, è la Francia, con una media di 154 giorni, seguita dalla Germania, con 203 giorni, dalla Gran Bretagna, con 302 giorni e dalla Scozia, che con i suoi 349 giorni impiega il doppio di tempo della Francia per giungere a un verdetto.

Dall'analisi sono poi emerse altre informazioni importanti: per esempio, quando la molecola approvata risponde ai criteri della stessa ESMO sui massimi benefici clinici (chiamati ESMO Magnitude of Clinical Benefit Scale ESMO-MCBS), di solito viene approvata; è successo nel 100% dei casi in Germania, nel 95% dei casi in Scozia, nel 92% in Gran Bretagna e nel 90% dei casi in Francia, dato che conferma l'affidabilità della scala di valutazione dell'ESMO. I farmaci che rientrano nella categoria highest benefits, inoltre, sono approvati prima degli altri (di solito appartengono a questa classe le molecole efficaci nel il setting neoadiuvante o quello palliativo), etichettati come lowest benefit (vi rientrano per esempio quelli che allungano la sopravvivenza libera da progressione di qualche settimana). Così in Francia, occorrono 154 giorni per il via libera a un farmaco che apporta un grande beneficio, ma 188 per uno che ne apporta uno minore.
Ora le analisi saranno estese ai paesi del Sud dell'Europa, per verificare che cosa succede per l'HTA in stati altrettanto importanti e popolosi.

 

Fonte:
Huge variations between countries in time for reimbursement decisions on new cancer drugs
https://www.esmo.org/Press-Office/Press-Releases/MCBS-HTA-cancer-drugs-approval-Hwang

Hwang T et al. Magnitude of clinical benefit of cancer drugs and time to health technology assessment (HTA) decisions in Europe