• OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

  • OncoNews ottobre

    La forma mentis dell’oncologo: il CIPOMO riflette a Sanremo

Archivio News

La qualità di vita nei trial clinici: sottovalutata e poco quantificata


La qualità di vita è un parametro chiamato quasi sempre in causa, ma in realtà troppo poco considerato davvero, e troppo spesso dato per associato al prolungamento della sopravvivenza, soprattutto di quella libera da progressione. Lo si vede molto bene quando si vanno a vedere i numeri, come hanno fatto i ricercatori della McMaster University di Hamilton, in Ontario, che hanno appena pubblicato un'interessante revisione sull'argomento su JAMA Internal Medicine.

Gli epidemiologi e oncologi canadesi hanno infatti preso in esame 52 articoli relativi a 38 trial clinici che hanno coinvolto quasi 14.000 pazienti colpiti da 16 tipi di tumore, e hanno valutato la presenza e la qualità dei parametri relativi alla qualità di vita Qol espressa in sei tra le più diffuse scale specifiche, insieme alla sopravvivenza libera da progressione. Hanno così scoperto che quest'ultima differisce in media di 3,5 mesi (guadagnati da chi è sottoposto a un trattamento rispetto ai controlli), mentre la qol, valutata su scala mensile, nel suo insieme mostra un peggioramento associato alle terapie in esame (-0,39), e un miglioramento per i parametri fisici (0,26) e per quelli psicologici (1,08) valutati singolarmente.

Se tuttavia si mettono in relazione le due serie di dati, non emerge alcun tipo di correlazione statisticamente significativa.
Questo, secondo gli autori, dimostra che assumere che un miglioramento della PFS sia sempre indice di un progresso anche nella qol è fuorviante e sbagliato, e che è indispensabile valutare la qol separatamente, attraverso misurazioni convalidate e accettate a livello internazionale che possano fornire una vera valutazione degli effetti delle terapie anche su questo fondamentale parametro.

Fonte:
Kovic B et al. Evaluating Progression-Free Survival as a Surrogate Outcome for Health-Related Quality of Life in OncologyA Systematic Review and Quantitative Analysis
JAMA Intern Med. Published online October 1, 2018. doi:10.1001/jamainternmed.2018.4710
https://jamanetwork.com/journals/jamainternalmedicine/article-abstract/2705082