• OncoNews luglio

    CIPOMO: per la salute dei pazienti, custodire la salute del SSN

  • OncoNews luglio

    CIPOMO: per la salute dei pazienti, custodire la salute del SSN

  • OncoNews luglio

    CIPOMO: per la salute dei pazienti, custodire la salute del SSN

  • OncoNews luglio

    CIPOMO: per la salute dei pazienti, custodire la salute del SSN

  • OncoNews luglio

    CIPOMO: per la salute dei pazienti, custodire la salute del SSN

  • OncoNews luglio

    CIPOMO: per la salute dei pazienti, custodire la salute del SSN

  • OncoNews luglio

    CIPOMO: per la salute dei pazienti, custodire la salute del SSN

  • OncoNews luglio

    CIPOMO: per la salute dei pazienti, custodire la salute del SSN

  • OncoNews luglio

    CIPOMO: per la salute dei pazienti, custodire la salute del SSN

  • OncoNews luglio

    CIPOMO: per la salute dei pazienti, custodire la salute del SSN

  • OncoNews luglio

    CIPOMO: per la salute dei pazienti, custodire la salute del SSN

  • OncoNews luglio

    CIPOMO: per la salute dei pazienti, custodire la salute del SSN

  • OncoNews luglio

    CIPOMO: per la salute dei pazienti, custodire la salute del SSN

  • OncoNews luglio

    CIPOMO: per la salute dei pazienti, custodire la salute del SSN

  • OncoNews luglio

    CIPOMO: per la salute dei pazienti, custodire la salute del SSN

  • OncoNews luglio

    CIPOMO: per la salute dei pazienti, custodire la salute del SSN

  • OncoNews luglio

    CIPOMO: per la salute dei pazienti, custodire la salute del SSN

  • OncoNews luglio

    CIPOMO: per la salute dei pazienti, custodire la salute del SSN

Archivio News

Da sette a dodici (più uno): aumentano i tumori associati all'obesità


Fegato, ovaio, prostata, stomaco, bocca e gola, intestino, mammella, vescica, rene, esofago, pancreas e utero: dalle sette sedi identificate dieci anni fa come a rischio di tumori in caso di obesità alle dieci attuali. Questa la principale novità, insieme al consiglio esplicito di non mangiare junk food e di non bere bevande zuccherate per limitare il rischio, contenuta nel terzo rapporto del World Cancer Research Fund  pubblicato dopo dieci anni dall'ultimo e a venti dal primo e presentato al recente congresso europeo sull'obesità svoltosi a Vienna.

L'obesità e il sovrappeso si candidano quindi a diventare il principale fattore di rischio dopo il fumo, tra quelli evitabili che, sempre secondo gli esperti, rappresentano non meno del 40% del totale. E poiché i casi di cancro sono destinati ad aumentare, raggiungendo la quota di 24 milioni di diagnosi annuali nel 2035 (per una spesa di 458 miliardi di dollari nel 2030), è importante che il messaggio abbia la maggiore diffusione possibile.
Per migliorare la prevenzione, il WCRF ha reso noti anche i consigli aggiornati, illustrati anche da un cartoon facilmente comprensibile: è indispensabile fare attività fisica (il che non significa necessariamente andare in palestra ma camminare, ballare, fare giardinaggio, salire le scale a piedi e così via) ed evitare di trascorrere troppe ore davanti ai monitor di computer e TV; dare spazio, nella dieta, a verdure, frutta, legumi e cereali integrali, e ridurre il consumo di carni rosse e di junk food e di alimenti troppo processati e ricchi di amidi, sali, grassi e zuccheri, di bevande dolci e di alcol, a sua volta associato a molti tumori e all'aumento di peso; non assumere supplementi per la prevenzione del cancro; allattare, se è possibile, a lungo; in caso di diagnosi: seguire le indicazioni con scrupolo e ovviamente: non fumare né esporsi al tabacco e al fumo passivo.

Il legame tra obesità e cancro è emerso anche con il melanoma in uno studio svedese, dell'Università di Goteborg, lo Swedish Obese Subjects Study durato 20 anni e condotto su 4.000 obesi, in cui si è visto che gli obesi sottoposti a chirurgia bariatrica avevano un'incidenza nettamente inferiore di tumore, con una diminuzione dell'incidenza del 61% rispetto a chi non si era operato (e del 42% del rischio di tumore cutaneo in generale), a prescindere dall'esposizione al sole, che è apparso secondario come fattore di rischio.
I chili di troppo appaiono quindi sempre di più come il nemico numero due dopo il fumo: e non è una buona notizia, visto l'aumento costante dell'obesità in tutto il mondo.

 

Fonti:
Diet, Nutrition, Physical Activity and Cancer: a Global Perspective
https://www.wcrf.org/dietandcancer/contents

Study finds that obesity surgery is associated with a massive fall in risk of melanoma skin cancer
https://eurekalert.org/pub_releases/2018-05/eaft-sft052218.php